CASTILLO DE SAN ANDRÉS

Santa Cruz de Tenerife
- Arquitectura Militar. Fortificaciones -




La prima nomina dell'esistenza del Castello di San Andrò risale all'anno 1697, quando fu proposta la sua costruzione, dal Capitano Generale Conte di Eril, ma per motivi economici la sua costruzione non fu effettuata fino al 1706, per ordine del comandante generale Agust n de Robles e Lorenzana, che ne ordinò la costruzione a Miguel Tiburcio Russel. In questa prima costruzione, la fisionomia del castello è sconosciuta, perché un burrone proveniente dai vicini burroni ne causò la distruzione nel 1740, ricostruita e nuovamente distrutta dalle acque del burrone nel 1769. Fu allora che l'ingegnere Alfonso Ochando la ricostruisce con la forma circolare attualmente nota.

Nel 1898, una sala finì per rovinarla, lasciandola nel suo stato attuale.

Il castello di San Andr s ebbe un ruolo molto importante durante l'attacco dell'ammiraglio inglese Horacio Nelson all'isola nel 1797, bombardando le loro navi, distruggendo i loro arboladuras e sartiame.


San Andr's è una città che appartiene al comune di Santa Cruz de Tenerife, ma amministrata nel distretto di Anaga.

La città di San Andr s ha avuto nomi diversi nel corso della sua storia, inizialmente l'area era occupata dai geni aborigeni Guanche, che erano conosciuti con tre nomi diversi, Abicor, Abicor e Ibaute, nomi legati alle piantagioni di fichi Quello era nella zona. Con l'arrivo dei Castellanos sull'isola, la città fu ribattezzata Valle del Salazar, in onore di Don Lope de Salazar. Successivamente, questo nome fu sostituito dalla San Andr's Valley, perché nell'eremo del villaggio di culto di questo santo. E infine il nome di San Andr è stato corretto, come è noto oggi.

L'area in cui si trova la città di San Andr s apparteneva alla Menceyato Guanche de Anaga, era un luogo di insediamenti Guanche, circa 2000 anni fa, vi si trovò negli stessi resti architettonici della sua presenza lì, come è il Caso della famosa mummia di San Andrò, grotte con resti di animali mummificati o pietre con incisioni di Guanche.

Dopo la conquista dell'isola da parte di Adelantado Alonso Fern ndez de Lugo, concede la proprietà della terra a Don Lope de Salazar, per il suo aiuto nel conquistare e incorporare l'isola nella Corona di Castiglia.

Nel 1813, San Andrò divenne comune, nonostante i tentativi di annettere Santa Cruz, secondo La Laguna. Questa situazione dura fino a quando il re Ferdinando XII di Spagna implora l'assolutismo. Con l'arrivo del Triennio liberale (1820-1823), i tribunali restituiscono il loro status di comune, per la loro fedeltà alla corona di Cdiz.

Nel 1850, San Andr s è annesso al comune di Santa Cruz, in cambio di questo costo per la creazione di un muro protettivo per i viali del spazzamento e la recinzione del cimitero.


Barbeta a forma circolare di Torre della Difesa (il suo parapetto non ha embrioni o merli, né copre i cannonieri), con una circonferenza di 86 metri.

Costruzione realizzata da pareti portanti, a base di conci e malta.
La torre aveva 3 feritoie, che permettevano alle armi di sparare. L'ingresso alla Torre è stato realizzato attraverso un ponte di legno, attraverso il quale sono saliti 3 gradini di pietra viva. Posa una spianata di ciottoli e le acque che vi cadono vengono raccolte in una cisterna installata nella Torre.

Ha un magazzino a volta e due ripiani per l'alloggio dei soldati. Le vedute erano approvazioni di bombe, per resistere agli attacchi. La torre ha anche un campanile, per dare ai vicini il segnale di un'esplosione.

In origine, la torre era protetta in tutto il suo perimetro da una fossa, ora scomparsa. L'interno è distribuito secondo due assi perpendicolari, uno principale e uno secondario. Sul primo c'era l'accesso, formato da una spianata, ponte levatoio e ingresso che comunicava con il recinto a volta. Al centro di questo, il secondo asse ha avuto origine in una direzione trasversale, ponendo su ciascun lato un involucro di forma quadrata che comunica uno di essi con una terza unità.

Nel 1769, sfruttando la sua circonferenza di 86 metri di lunghezza, che dà un metro di 27,3 metri, l'ingegnere Alfonso Ochondo, alzò il suo profilo di 10 metri, dandogli le dimensioni finali


La Torre e il Castello di San Andr s furono costruiti quando l'isola faceva parte della Corona di Castiglia, facente parte dei suoi edifici difensivi.

Nel 1878, dopo il suo smantellamento, si arrese al sindaco del quartiere il 12 marzo 1879.

Il 2 gennaio 1924, si dichiarò inadatto ai bisogni dell'esercito, lo consegnò al Consiglio Comunale di Santa Cruz de Tenerife il 15 gennaio 1926 e da allora la sua proprietà è caduta in quel municipio.

È registrato nel Registro di sistema abilitato nel Consiglio comunale di Santa Cruz de Tenerife, con data di registrazione 15 aprile 1896, libro 89, volume 307, foglio 227 yn della fattoria 5939.


Nel 1740, un burrone causa di distruzione del castello, procedendo alla sua ricostruzione.

Nell'anno 1769, un nuovo burrone distrugge il castello, procedendo nuovamente alla sua ricostruzione.

Nel 1878, una nuova sala ha rovinato la Torre, quindi è stata smantellata. Inondazioni successive continuano a abbatterlo.

Nel 1898, una sala finì per rovinarla, lasciandola nel suo stato attuale.


È sotto la protezione della Dichiarazione generale del Decreto del 22 aprile 1949 e della Legge 16/1985 sul patrimonio storico spagnolo.

Il Consiglio dell'isola di Tenerife, con delibera del 2 marzo 1994 (BOC n. 23 del 22.2.95), fascicolo per la delimitazione dell'ambiente di protezione del Castello di San Andr.

DECRETO 308/1999, del 19 novembre, che dichiara la delimitazione dell'ambiente di protezione del Castello di San Andr s, nel comune di Santa Cruz de Tenerife, Isola di Tenerife, Proprietà di interesse culturale , con la categoria di Monumento.


- VV.AA. (1997). u2018 San Andr s, Storia di una città u2019, di RODR GUEZ CABRERA, JC, in Castelli di Spagna, Volume I: Andalusia a. Arag n. Asturie. Isole Baleari Isole Canarie Cantabria. Ed. Everest, DL, Le n.

- GARC A ARGUELLES, A. (1982). Storia di Artiller a a Tenerife. Ed. Grafica di Tenerife, Santa Cruz de Tenerife.

- PINTO Y DE LA ROSA, JM (1996). Note per la storia delle antiche fortificazioni delle Isole Canarie. Ed. Museo militare regionale delle Isole Canarie, Santa Cruz de Tenerife.

Team editoriale e di ricerca: Architecture Unit of the CICOP Foundation.
Miguel ngel Fern ndez Matr n.
Jos Luis D leggerà Mart nez.
Armiche lvarez P rez.
Sendy Hern ndez lvarez.

Fotografia: Beatriz Cordob s Noda.


Descripción Documento Descargar Documento
Plano 1598
Alzados de la torre
Emplazamiento
Situación
BOC-1999-159-016 Castillo de San Andrés
BOC-1999-159-016 Castillo de San Andrés

No existe/n Bien/es Relacionado/s